L’AVVERTIMENTO

         In tutto il mondo si vedrà nel cielo, ed inmediatamente si trasmetterà dentro le nostre anime. Sarà un fenomeno astronomico simile ad una collisione di stelle, com molta emissione di luce, e rumore assordante, peró non ci cadrà addosso. Sarà come il fuoco, però non brucerà la carne, anche se si  sentirà fisicamente e dentro di noi. Durerà pochissimo tempo, però i suoi effetti nel mondo saranno grandi.  Non bisogna avere paura della morte, non è per paura, ed in alcuni casi speciali è per la Misericordia di Dio. Ogniuno di Noi vedrà in poco tempo com’è la sua anima alla luce  della verità di Dio, conoscerà che Lui esiste, e che è stato presente in ogniuno dei Nostri errori. Sarà come un giudizio in miniatura. Dio si aspetta che con quest’ atto della Sua Misericordia emendiamo i nostro cammini e facciamo tornare verso di Lui le nostre vite. Quelli che conoscono ed amano Dio, si avvicineranno di più a Lui.
 

IL MIRACOLO

  Sarà un miracolo molto grande, maggiore che quello di Fatima, tanto grande e spettacolare quanto il mondo ne ha bisogno. Accadrà in meno di un anno a partire dall’avvertimento. Conchita conosce la data con esattezza, e dovrá avvertire con 8 giorni di anticipo.
    Si potrà vedera da Garabandal e dai monti cincordanti. Sarà un giovedí alle otto e mezza del  pomeriggio (ora spagnola), coincidendo con la festività di un Santo Martire dell’Eucaristia.
   Coincidirà con un avvenimento dellla chiesa poco usuale che non ha avuto luogo durante la vita di Conchita. Accadrà fra i mesi di Marzo, Aprile o Maggio, fra i giorni 8 e 16 inclusi,  del mese ed anno destinati.  Durerà fra i dieci minuti ed un quarto d’ora. Non sarà necessario che i veggenti siano presenti  durante  l’avvenimento. I malati presenti verrano curati e gli increduli ricupereranno la fede Il P. Pio ed il Papa lo vedranno ovunque essi siano. Non esistirà dubbio che questo avvenimento è un’opera di Dio per la nostra salvezza.
     Il miracolo è cosí impressionante, che moriremmo di felicità se non ci fosse stata concessa una  grazia speciale per vederlo.
   Al Padre Luis Mº Andreu gli fu concessa la grazia per vedere il Miracolo, e morí poche ore dopo invaso da un’immensa felicità.
   Frutto del Grande Miracolo, rimarrà una segnale permanente visibile nei pini di Garabandal fino alla fine del mondo.
 

LA PUNIZIONE

     Ci dice Conchita testualmente: "Questo Miracolo futuro avrà luogo prima della punizione, e se il mondo cambia non ci sarà punizione".
     Se dovesse accadere, moriranno i due terzi dell’umanità e la porzione che si salverá, avrebbe preferito morire anzichè mettersi di fronte a questa situazione.
    Dei sopravvissuti molti si convertiranno e si inizierà un periodo per l’umanità nel quale regnerà la pace e l’amore. Se cominciamo da adesso il periodo di pace ed amore, no ci sarà punizione. Sono i tempi finali, non la fine del mondo.